Aree di lavoro
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

Il progetto SALUT@MI nasce con l’obiettivo generale di migliorare la presa in carico psico-socio-sanitaria integrata dei minori stranieri non accompagnati (MSNA). SALUT@MI mira allo sviluppo di un modello di intervento che accresca le capacità degli operatori all’interno di strutture di accoglienza di individuare le situazioni a rischio per la salute mentale e la diffusione del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per i MSNA, al fine di evitare potenziali peggioramenti e/o cronicizzazioni del disagio e scompensi acuti. Il raggiungimento degli obiettivi passa per una maggiore integrazione tra ambito sociale e ambito sanitario, a partire da momenti di condivisione di buone prassi e di potenziamento dei raccordi tra i due ambiti che favoriscano la contaminazione e la diffusione di saperi e di pratiche.

Per il progetto, Codici cura l’attività di monitoraggio e valutazione delle singole attività progettuali e accompagna il gruppo di lavoro nella costruzione e nell’implementazione di alcuni strumenti in grado di migliorare la capacità di osservazione e di rilevazione dei segnali di rischio per i MSNA e di rendere maggiormente tempestivo l’invio ai servizi specialistici dei soggetti a più alto rischio. Il lavoro di Codici ha portato alla costruzione di una scheda di autovalutazione degli indicatori di qualità per le strutture di accoglienza, per un miglior collocamento dei MSNA, all’analisi delle griglie dei segnali di rischio compilate da ciascuna struttura di accoglienza, e all’elaborazione di una procedura di screening. L’analisi quantitativa delle griglie dei segnali di rischio ha avviato un percorso di ricerca che mira ad individuare possibili correlazioni tra le più comuni sintomatologie dell’area anamnestica, dell’adattamento e del comportamento dei MSNA all’interno delle strutture di accoglienza.

 

Ph. La foresta millenaria. (Jirō Taniguchi, Edizioni Oblomov)

In collaborazione con
Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn