Aree di lavoro
  • Genere
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

Patrimoni abitativi e prospettive territoriali per l’abitare – RI.CA

Abbiamo partecipato al servizio di ricerca per la costruzione di prospettive di politiche territoriali per l’abitare all’interno del progetto RI.CA “Rigenerare comunità̀ e abitare verso Human Technopole” in partenariato con Dastu – Politecnico di Milano. Il programma di ricerca è stato commissionato e ha coinvolto gli ambiti del Rhodense e del Bollatese è stato sostenuto dalle aziende speciali Comuni Insieme e Sercop e dalla rispettive agenzie sociali dell’abitare C.A.S.A e AdA. La ricerca si inserisce nell’ampio percorso di riflessione e indagine che i soggetti proponenti hanno sviluppato intorno alle politiche abitative e al ruolo dei patrimoni privati nel loro sviluppo.

L’obiettivo del lavoro è stato duplice: da un lato sperimentare alcune metodologie per tracciare i patrimoni abitativi nel territorio degli ambiti dei Piani di Zona del Rhodense e del Bollatese con un fuoco specifico sui grandi e medi proprietari immobiliari, i patrimoni sfitti e l’offerta in housing sociale; dall’altro costruire un’immagine complessa del territorio che potesse facilitare gli ambiti e le agenzie abitative a orientare le politiche per la casa locali.

Grazie al contributo del MAUD-LAB all’interno della ricerca abbiamo mobilitato alcuni database pubblici e disponibili a tutte le amministrazioni, ma poco utilizzati come il catasto, l’imu e la tari. Questo ci ha permesso di fare una valutazione complessiva della struttura proprietaria e del patrimonio abitativo privato potenzialmente disponibile sul territorio. Attraverso questo studio sono stata inoltre costruite delle linee guida per la buona gestione dei database pubblici in modo da rendere le operazioni di ricerca replicabili nel tempo.

Inoltre attraverso interviste qualitativa a più organizzazioni presenti nel territorio è stato possibile, per la prima volta, ricostruire in maniera efficace, l’offerta di housing sociale sul territorio. Un’offerta estremamente accessibile che nel tempo potrà integrarsi sempre più con i patrimoni pubblici e l’azione delle politiche per sviluppare una filiera territoriale dell’abitare.

In conclusione del lavoro oltre ad alcuni laboratori riservati agli operatori del settore sono stati sviluppati un report in un formato grafico, prediligendo alla scrittura la rappresentazione per grafici e mappe, in modo da poter essere uno strumento di supporto per ulteriori riflessioni, confronti e approfondimenti da parte degli ambiti, del mondo della ricerca e dei cittadini. Il report grafico è affiancato da un report approfondito sulle dinamiche demografiche legate alle politiche abitative e le dinamiche immobiliari.

 

Photo by Bekky Bekks on Unsplash