Aree di lavoro
  • Genere
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

Winter School per il Non Profit 2020

A febbraio 2020 torna la prima winter school per il non profit, promossa da Confini Online insieme a Codici. Un laboratorio residenziale dedicato alle organizzazioni che vogliono disegnare nuove rotte di cambiamento che mettano in moto processi trasformativi dentro e fuori le proprie realtà.

La winter school 2020 sarà un percorso sperimentale che chiederà alle organizzazioni di mettersi alla prova per riflettere sui propri agiti e immaginari di cambiamento e co-costruire strumenti e progetti per rafforzare la propria azione. Il programma di lavoro prevede un percorso che supera i confini disciplinari per mettere in campo processi di co-apprendimento, in cui i partecipanti incontreranno le competenze di chi fa produzione culturale, tutela ambientale, rigenerazione territoriale.
Ad ogni soggetto che parteciperà verrà chiesto di portare una domanda di cambiamento che sarà alla base dei laboratori della scuola, alla cui conclusione verrà sviluppato un project work da riportare all’interno della propria organizzazione. A sei mesi dalla conclusione della winter school sarà garantito ai partecipanti un momento di follow-up.
L’alternarsi di momenti di ispirazione frontali, con fasi laboratoriali permetterà ai partecipanti di ampliare il proprio bagaglio teorico, ma anche di apprendere strumenti concreti per progettare il cambiamento nelle proprie organizzazioni.

Sarà un percorso per abilitare e rafforzare le competenze di agenti di cambiamento interni alle organizzazioni, che avranno il mandato e la responsabilità di riportare i contenuti sviluppati nelle proprie realtà. La scuola è pensata per permettere ad ogni organizzazione, nel continuo confronto con gli altri, di sviluppare una proprio project work. Per questo è incentivata la partecipazione di più di una persona per organizzazione.

Winter school 2020 in pillole
·    una comunità dove portare le domande di cambiamento della propria organizzazione;
·    una scuola in cui le organizzazioni del non profit potranno apprendere degli strumenti operativi per mettere in moto processi trasformativi dentro e fuori le organizzazioni;
·    una luogo di apprendimento e crescita per gli agenti di cambiamento interni alle organizzazioni del non profit;
·    un percorso di co-apprendimento sulle sfide del non profit, dove professionisti del sociale incontreranno le competenze di chi fa produzione culturale, tutela ambientale, rigenerazione territoriale e viceversa.

Dal 6 all’8 febbraio 2020, a Trento, presso la Cooperativa sociale Villa S.Ignazio
Con noi saranno presenti tra gli altri Luca Fazzi – Università di Trento, Alessandra Gariboldi – Fondazione Fitzcarraldo, Giovanni Laino – Università di Napoli Federico II e Associazione Quartieri Spagnoli, Paolo Viganò – Rete Clima, Paolo Cacciari – giornalista.

Per iscrizioni clicca ➫ qui  

 

IL PROGRAMMA

6 Febbraio
Conoscersi, riflettere e prendere impegni

Ore 14:30 – 15:30
Arrivi e Registrazione
Presentazione della scuola e del gruppo di lavoro.

ore 15:30 – 16:30
Cosa vuol dire cambiamento per il Non Profit?
Luca Fazzi, Facoltà di Sociologia dell’Università di Trento.

ore 17:00 – 19:00
Prendiamoci degli impegni!
Quali sono le domande di cambiamento che le organizzazioni portano alla scuola?
Momento laboratoriale per la condivisione delle domande di cambiamento organizzative

Ore 19.30 Cena Conviviale

Ore 21:00
Manifesto del Cambiamento
Discussione collettiva intorno al testo e ai contenuti emersi nella prima edizione della Winter School

7 Febbraio
Nutrire le riflessioni, sperimentare nuovi strumenti

9:00 – 9:45
Non Profit e Cultura.
Come la cultura può essere la leva del cambiamento delle organizzazioni e della società?
Alessandra Gariboldi, Fondazione Fizcarraldo.

10:00 – 10:45
Non Profit e Rigenerazione Territoriale.
Quale relazione c’è tra le organizzazioni, il territorio e le comunità, in un’ottica di cambiamento condiviso?
Giovanni Laino, Università di Napoli Federico II e Associazione Quartieri Spagnoli

11:00 – 12:00
Non profit e Ambiente.
Come e cosa significa per il no-profit rispondere alle grandi crisi contemporanee? Cosa può fare?
Paolo Viganò, Rete Clima

12:00 – 13:00
Una mappa per le nuove rotte
Cosa è interessante per la mia domanda di cambiamento? Quali cambiamenti riguardano la mia organizzazione?
Costruzione condivisa di una mappa concettuale sul tema del cambiamento.

13:00 Pranzo con i relatori

14:30 – 18:00
Strumenti per tracciare il cambiamento
Quali strumenti utilizzare per progettare il cambiamento? Quali mi possono servire? Come utilizzarli?
Formazione e sperimentazione di strumenti e metodologici per comunicare e progettare il cambiamento.

20:00 Cena Comunitaria

8 Febbraio
Disegnare le rotte di cambiamento

9.00 – 10.30
Storie del possibile – esperienze di buone pratiche trasformative
A quali esempi possiamo ispirarci? Quali percorsi di cambiamento hanno intrapreso altre organizzazioni in Italia? È davvero possibile agire cambiamento?
Paolo Cacciari, giornalista

11:00 – 13:00
Di-Segnare il cambiamento
Sessione laboratoriale per la costruzione di project-work per rispondere alle domande di cambiamento portate alla scuola

13:00 Pranzo

14:00 – 16:00
I patti del cambiamento
Sessione conclusiva in cui si definiranno gli strumenti e le modalità per continuare il percorso all’interno della propria organizzazione.

 

Collage di Joe Webb

Data: 21 Ottobre 2019
Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn