Aree di lavoro
  • Genere
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

“PER QUALCUNO PUO’ ESSERE LO SPAZIO”

In occasione di Hai visto un re?… , SpazioB**K organizza: “PER QUALCUNO PUO’ ESSERE LO SPAZIO” (Ettore Sottsass)

All’aperto e al chiuso, dialoghi sugli spazi per l’infanzia tra pubblico e privato
Domenica 29 settembre 2019 dalle 15:00 alle 18:00
presso SpazioB**K
incontro di formazione – ingresso libero fino a esaurimento posti

Come “accogliere, riconoscere e dare potere all’infanzia” oggi nello spazio, al chiuso e all’aperto, privato e pubblico?

Ne parleremo in un girotondo multidisciplinare di professionisti che esploreranno la domanda a partire dalla propria esperienza per condividere sul tema uno sguardo ampio, aperto al confronto con il pubblico, attraverso la guida del coordinatore.


con:

 – Bambini e Natura, associazione culturale
 – Maddalena Fragnito, artista indipendente co-fondatrice dell’asilo autogestito SopraSotto e autrice dei libri Abecedario dei gesti del futuro e Come aprire un nido pirata nel quartiere
 – Stefano Laffi, sociologo co-fondatore di Codici ed editorialista della rivista Codici404
– Annalisa Perino, pedagogista autrice di
Qui abita un bambino, Uppa
 – Matteo Schubert, architetto dello studio Alterstudio Partners

coordina Lucia Tozzi, giornalista, studiosa di politiche urbane

 

“I bambini non li vedi e la loro voce non conta, lo spazio pubblico non è diventato a misura di bambino. Il tradimento dell’infanzia parte da qui, dalle retoriche di attenzione, cura e sacralità dei bambini, dalla negazione degli spazi di vita e del diritto al gioco” (codici404 – Il bambino e la città).

 

 

 

Data: 28 Agosto 2019
Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn