Aree di lavoro
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

Fare breccia | Dire fare disfare il confine

Fare breccia | Dire fare disfare il confine
La summer school di Codici: 11-14 luglio 2018, Seminario di Berceto (PR).

Per il secondo anno, Codici | Ricerca e Intervento propone il proprio laboratorio estivo. Tre giorni e tre notti di attività residenziali per mettere sotto la lente di ingrandimento quei confini che maggiormente caratterizzano le dimensioni rilevanti della nostra vita personale e professionale.

Volenti o nolenti, i confini abitano la nostra esperienza. Le forme e le parole che utilizziamo per immaginarne e costruirne i contorni sono svariate: limiti, demarcazioni, perimetri, linee, frontiere, punti di contatto. Le esperienze di confine che ognuno e ognuna di noi ha attraversato sono molteplici: i confini possono essere corporei e sensoriali, geografici, politici e sociali, linguistici e culturali, di genere e generazione. In questo laboratorio, il nostro intento sarà quello di provare ad entrare e uscire dai confini più rilevanti per il percorso di ciascun partecipante, scomponendone i contorni, confrontandoci rispetto alle dimensioni di potere sottostanti, ricostruendone i significati in maniera critica e condivisa.

Attraverso l’esperienza e la sperimentazione diretta, il gruppo lavorerà inoltre all’apprendimento dei metodi e degli strumenti con cui Codici si mette in gioco da oltre 10 anni nei suoi percorsi formativi: le tecniche di formazione attiva messe all’opera verranno anch’esse decostruite per meglio comprendere come poterle adattare ai propri contesti lavorativi.

L’idea è che, una volta tornati nei propri contesti di lavoro, i/le partecipanti possano costruire altrettante occasioni di messa in crisi dei confini per fare breccia al loro interno e osservarne in maniera più critica le definizioni, i bordi, la loro stessa utilità.

Si farà breccia per tre giorni con: Andrea Rampini, David Guazzoni, Francesca Zamboni, Lorenzo Scalchi, Valentina Bugli.

 

ORGANIZZAZIONE
Pernottamento e pasti a cura di Seminario di Berceto – Parma
Formazione residenziale – Dalla cena di mercoledì 11 luglio al pranzo di sabato 14 luglio

RIVOLTA A CHI?
Operatori e operatrici dell’educazione, del welfare, della cultura, dell’accoglienza, degli ambiti socio-sanitari… Educatori, psicologi, maestri e docenti, formatori, pedagogisti, ricercatori e ricercatrici sociali, facilitatori e facilitatrici di processi di inclusione, animatori sportivi o territoriali, mediatori linguistico culturali, docenti di italiano L2…

PER INFO E ISCRIZIONI ENTRO IL 15 GIUGNO 2018
Compila il MODULO DI ISCRIZIONE e invialo allegato a
formazione@codiciricerche.it (Oggetto: #farebreccia)
Tel. 02/89053913

COSTI
Per ogni partecipante, il costo tutto incluso è di 280 euro.
Per modalità di pagamento e altri dettagli vedi il MODULO DI ISCRIZIONE

DOVE
Seminario Vescovile di Berceto (PR)
In treno, Stazione di Berceto + Prontobus o passaggio in macchina
In macchina, autostrada della Cisa, uscita Berceto
A piedi, Via Francigena

Codici | Ricerca e Intervento propone una formazione: partecipata e corresponsabile – la valorizzazione dei saperi e delle esperienze dei partecipanti deve segnare un riequilibrio dei poteri in gioco nella formazione e nella consulenza al gruppo. I formatori hanno il compito di attivare e condurre processi di partecipazione all’esperienza, i discenti devono potere essere soggetti attivi e consapevoli del processo; generatrice– serve a produrre cambiamento, a innescare nel sistema spinte all’innovazione e alla sperimentazione secondo un meccanismo circolare che mette in gioco, nell’interazione, i formatori, il gruppo di partecipanti, i territori; aperta – non deve avere barriere disciplinari, deve essere recettiva rispetto ai segnali di cambiamento, ma anche in grado di non cadere vittima delle mode; riflessiva – la formazione, proprio in quanto esperienza, assume valore nel momento in cui si è messi in condizione di riflettere su di essa. Per questo i nostri percorsi di formazione prevedono strumenti e momenti dedicati ad accompagnare l’emersione della riflessività dei singoli e del gruppo: occorre mettersi in ascolto delle esperienze vissute e condotte per poterne accogliere la capacità trasformativa.

Immagine: Cao Fei – Housebreaker 2006

Data: 14 maggio 2018