Aree di lavoro
  • Genere
  • Inclusione
  • Innovazione
  • Dipendenze
  • Welfare
  • Lavoro
  • Comunità
  • Partecipazione
  • Migrazioni
  • Scuola
  • Giovani

Diario settimanale di piccoli grandi timori

  • Data
    Maggio 2020

Fin da quando è iniziata la quarantena, ci siamo chiesti quale pensiero potesse avere Codici su quello che sta succedendo. Abbiamo iniziato a condividere racconti della nostra dimensione più privata. Tutte e tutti a Codici, stiamo vivendo condizioni molto diverse e abbiamo sensibilità differenti. Tra noi c’è chi trascorre la quarantena in solitaria, chi con il proprio o la propria partner e chi con uno o più bambini piccoli. Sono vite, tempi, spazi e bisogni, quelli dei bambini e delle bambine, in cui è arrivata la notizia del virus e le conseguenze delle misure di quarantena e distanziamento, che si intrecciano alle vite, ai tempi e ai bisogni delle loro genitori. Le storie che seguono ci raccontano cosa si vede da lì, dentro case attraversate da stupori e paure, giochi e scoperte, porte che si vorrebbe poter chiudere e tempo ristretto o ritrovato.


Diario settimanale di piccoli grandi timori (Ida – 3 anni)
Scritto da Francesca Zamboni

Lunedì: Ida corre con espressione tesa – “Mamma, mamma! Vieni, presto! La formica!”.

Martedì: Ida in sala, suo padre in camera fa una call – “oh che spavento! La voce di papà!”.

Mercoledì: “Aiuto! Il tappeto!”.

Giovedì: un sasso cade dalla mano di Ida, in balcone – “Aiuto!”.

Venerdì: Ida ha messo sul giradischi tanti personaggi di Guerre Stellari e il piatto gira. Di colpo, dal niente, lei si gira e corre verso di me, aggrappandosi alle mie gambe – “Che c’è?” e lei: “Mi sono spaventata, gira troppo veloce!”.

Sabato: Ida è in camera sua, sull’altalena che le abbiamo montato in camera e che pende dal soffitto. Di colpo corre fuori e ci raggiunge in sala, ansimando – “Mamma, mamma mamma! In camera!” e io cosa c’è in camera?” e lei “Un mostro nel letto!”.

Domenica: Sono sul divano in sala e Ida sta giocando sul tappeto. Corre verso la sua seggiolina, parlando con degli animali immaginari e di colpo si volta e si lancia sul divano con affanno – “Aiuto! Aiuto!’ e io “Che c’è?’ e lei “Una tigre sulla sedia!”.

Lunedì: Ida guarda il cestello della lavatrice che gira. Quando il rumore aumenta per fare la centrifuga, lei corre veloce in sala e si nasconde dietro le gambe di suo padre.

Martedì: Ida è sull’altalena, e guarda fuori dalla finestra, mentre dondola dice: “mamma il virus è ancora fuori e fa ammalare la gente” poi pensa qualche secondo e aggiunge “facciamo una pernacchia al virus!”

 


Foto ☉☉Calcite – Primary Mineral – Smithsonian Open Access

Pirite, Grafite, Marcasite, Calcite, Aragonite e Quarzo sono alcuni tra i minerali accomunati dalla stessa origine: il polimorfismo ricostruttivo. È la reazione che permette la riorganizzazione praticamente completa della struttura cristallina. Questo tipo di trasformazione richiede una grande quantità di energia, non è facilmente reversibile ed è piuttosto lenta. Una metafora di quello che stiamo percependo in questi giorni.
Le immagini vengo dalla Smithsonian Open Access che un mese fa ha resto disponibili 2,8 milioni di immagini e dati in CC0.

Ricerca immagini a cura di Camilla Pin Montagnana

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn